ROPO: la centralità delle ricerche online nei processi d’acquisto

 In Pillole di...

Quando le persone necessitano di un prodotto, mediamente fanno ciò che in gergo viene definito ROPO (Research Online, Purchase Offline).

I consumatori sono infatti abituati a cercare informazioni nei motori di ricerca, per poi acquistare sia online, sia offline.

Scegli se leggere l’articolo o guardare il video di 180 secondi alla fine di questa pagina per approfondire il concetto di ROPO, il quale definisce la centralità delle ricerche online nei processi d’acquisto.

 

ropo-research-online-purchase-offline-acquisti-intribe-trend-generazioni

 

Secondo l’indagine di GlobalWebIndex, i motori di ricerca sono la fonte principale per scoprire ed entrare in contatto con marchi e prodotti: vengono utilizzati come risorsa primaria dal 37% delle persone ed in generale li utilizzano quasi tutti gli intervistati.

In particolare, in Italia Google catalizza il 95% delle ricerche online, attestandosi in assoluto come il motore di ricerca più utilizzato.

Google continua infatti a generare massivi volumi di ricerche legate alla keyword “dove acquistare…”, soprattutto da mobile.

Secondo il Digital Report 2020 di We Are Social, tra i siti più visitati dagli italiani troviamo Google.com, che si attesta alla prima posizione con un traffico mensile di circa 1.675.000.000 di visite.

Al secondo posto troviamo Facebook, al terzo Youtube e al quarto Google.it.

Google risulta quindi al primo e al quarto posto dei siti più visitati dagli italiani.

Questa statistica comprende l’utilizzo generale di Google, in particolare: la mail, il motore di ricerca e le mappe, anch’esse sempre più usate per cercare punti di vendita nei quali recarsi.

Anche per quanto riguarda l’attività di brand discovery, ovvero la scoperta di nuovi brand, la principale fonte restano i motori di ricerca: vengono infatti indicati dal 45% dei rispondenti, seguiti dalla pubblicità in televisione (indicata dal 40% delle persone).

 

ropo-research-online-purchase-offline-acquisti-intribe-trend

 

Generazioni e motori di ricerca

Ma vediamo come le varie generazioni utilizzano i motori di ricerca, partendo dalla Generazione Z, che cerca online qualsiasi cosa, anche quando non deve acquistare, per puro intrattenimento.

I Millennials, invece, fanno molteplici ricerche prima di un acquisto, utilizzando le stesse keyword per ritornare nuovamente su siti e pagine social già visitati.

Atteggiamento diverso dalla Generazione X, che cerca informazioni tra on e off-line, ma prediligendo sempre l’online.

Infine i Baby Boomers sono mediamente abituati a cercare informazioni online prima degli acquisti, anche se necessitano di entrare nei punti di vendita, parlare con i commessi e toccare con mano gli oggetti.

 

ropo-research-online-purchase-offline-acquisti-intribe-trend-generazione-x-z-millennials-baby-boomers

 

Queste sono alcune delle evidenze emerse dalle nostre indagini continuative sugli insight, gli stili di vita e le abitudini di consumo delle diverse generazioni.

 

Guarda il video per scoprire il concetto di ROPO in soli 180 secondi.

 

Vuoi capire più a fondo il tuo target?

Contattaci

Acconsento all’utilizzo dei miei dati personali da parte di InTribe per l’invio di newsletter, ricerche di mercato e comunicazioni promozionali ai fini di marketing diretto attraverso email, chat, sms, notifiche push (per saperne di più clicca qui)

Acconsento al trattamento dei dati personali per scopi di profilazione “commerciale o statistica” e formulazione di offerte personalizzate e pubblicità mirata, sulla base dei comportamenti di navigazione e/o altri dettagli e/o dei dati forniti in questo form e/o delle risposte date alle indagini di mercato (per saperne di più clicca qui)

[recaptcha]

Post suggeriti

Leave a Comment

imm-evidenza-blog-intribe-analytics-e-insight-consumer-data-intelligence